english English
italiano Italiano
Visitatore Visitatore
Torna alla Home Homepage...

Programma Programma di Scienza Delle Finanze:

L'espressione "scienza delle finanze" si riferisce alla c.d. "economia pubblica", cioè un punto di osservazione utilissimo a collegare le istituzioni giuridiche con l'economia.  In un certo senso è uno studio di "funzioni istituzionali" della macchina pubblica, cioè sicurezza, difesa, sanità istruzione, previdenza, determinazione dei tributi, ambiente, flussi migratori, etc., senza però le funzioni matematiche e i grafici tipici degli economisti.  Il corso spiega questi collegamenti senza ostici formalismi matematici, né stereotipe definizioni nozionistiche. Vengono invece efficacemente spiegate le interrelazioni tra economia, basata sul consenso "paritetico" di scambio, e diritto, riguardante istituzioni dotate di autorità, espresse dal consenso politico multilaterale, qualunque sia la forma di governo. Con evidenziazioni dei concetti chiave, ed ampi collegamenti interni il volume inquadra efficacemente sulla dialettica “pubblico-privato”  il sistema produttivo, la spesa pubblica e i relativi criteri di finanziamento, compreso il debito pubblico e lo spread , la moneta, le banche, i mercati finan­ziari, l’inflazione, il PIL, i condizionamenti europei, l’Euro e molto altro.  La  trattazione snella e al tempo stesso organica consente di mettere a fuoco  aspetti fondamentali dell’economia, delle aziende, della finanza e dell’intervento pubblico nelle società  postindustriali  globalizzate.  Si può utilizzare il "Compendio di scienza delle finanze" Dike 2017, in quanto il manuale giuridico di scienza delle finanze, Dike, 2012 è in corso di integrazione. Le audiolezioni , che coprono tutto il programma, sono liberamente scaricabili al seguente link https://www.dropbox.com/sh/d4i1g343wsppf6a/AACjQpSMTLQ7GFxylHbCJa3Za?dl=0  Il testo è corredato da quesiti di autovalutazione, scaricabili da didatticaweb e che seguono paragrafo per paragrafo il testo. Alcuni di tali quesiti (fogli da 8 per ogni studente) saranno usati anche come base di partenza per l'esame che ovviamente è orale. I quesiti sono effettuati  immediatamente prima dell'esame, e l'importante non è "azzeccare la risposta" (non siamo ai quiz per la patente) ma gestire il colloquio orale su di essa con padronanza adeguata del percorso logico seguito, anche avendo dato una risposta sbagliata. 

 

Una videointroduzione panoramica sull'esame in generale è su questa pagina facebook dedicata https://www.facebook.com/prof.raffaellolupi/