english English
italiano Italiano
Visitatore Visitatore
Torna alla Home Homepage...

Programma Programma di Antropologia Culturale Lm A:

 

 

L’antropologia culturale come programma di ricerca sulla contemporaneità

 

Il modulo si articola in una serie di lezione in cui vengono presentati i principali temi del dibattito antropologico legati allo studio delle società contemporanee. Lo scopo del modulo è rendere consapevoli gli studenti del fatto che la dimensione simbolica della vita sociale non riguarda solo uno sparuto residuo di popolazioni “primitive”, ma è parte integrante della vita di ogni essere umano in società. Studiare quindi “le culture” significa apprendere attraverso la comparazione che anche la nostra vita “moderna” è imbevuta di significati e simboli che dobbiamo sforzarci di comprendere e che spesso rimangono occultati sotto un velo apparente di naturalità o razionalità.

 

Temi del modulo

Il concetto antropologico di cultura. Lezione 1 e lezione 2

La cultura come sistema di segni da interpretare. Lezione 3

Il modo in cui gli antropologi conoscono le culture. Lezione 4

Relativismo e diversità delle culture. Lezione 5

La metodologia di ricerca dell’antropologo: l’etnografia. Lezione 6 e lezione 7

Parentela, matrimonio, maschi e femmine. Lezione 8 e lezione 9

Lo studio antropologico dell’arte. Lezione 10

Economia, dono, mercato. Lezione 11 e lezione 12

PRIMO ESONERO SCRITTO SUI CONTENUTI DELLE LEZIONI 1-12

Globalizzazione e culture Lezioni 13-16

Antropologia dei media Lezione 17 e lezione 18

SECONDO ESONERO SUI CONTENUTI DELLE LEZIONI 13-18

 

Testi d’esame

NB: ad eccezione del libro di Appadurai, che va acquistato nelle normali librerie o online, il emateriale didattico è disponibile in forma di “dispensa” da acquistare presso la copisteria Universitalia (via Passolombardo).

NB!!! I capitoli NON INCLUSI NELLA DISPENSA per le due ultime lezioni sull'antropologia dei media sono scaricabili gratuitamente online all'indirizzo:

https://docs.google.com/open?id=0BwecIB31XNYrLWh2Mk1Td1VUdHVjQW01dDF0Wms1UQ

I CAPITOLI DA STUDIARE SONO SOLO IL SECONDO E IL TERZO, ANCHE SE IL PDF INCLUDE TUTTO IL VOLUME

 

In pratica, il programma d'esame è il seguente:

1. Dispensa da acquistare presso Universitalia (Vereni-Antropologia culturale LM 2011/12)

2. Arjun Appadurai, Modernità in polvere. Dimensioni culturali della globalizzazione, Milano, Cortina, 2012.

3. Capitoli due e tre del libro Identità catodiche, scaricabile in formato pdf all'indirizzo web indicato sopra.

 

Lezioni 1 e 2: Dispensa con appunti del docente.

Lezione 3: Clifford Geertz, “Verso una teoria interpretativa della cultura”.

Lezione 4: Clifford Geertz, “Dal punto di vista dei nativi”.

Lezione 5: Clifford Geertz, “Gli usi della diversità”.

Lezioni 6-7: “La politica del campo. Sulla produzione di dati in antropologia”.

Lezioni 8-9: Dispensa con appunti del docente e inoltre Marvin Harris “L’origine della supremazia maschile e del complesso di Edipo”.

Lezione 10: Clifford Geertz, “L’arte come sistema culturale”.

Lezioni 11-12: Appunti del docente e inoltre Fabio Dei “Tra le maglie della rete: il dono come pratica di cultura popolare”; Marshall Sahlins, estratti da “L’economia dell’età della pietra”.

Lezioni 13-16: Arjun Appadurai, Modernità in polvere. Dimensioni culturali della globalizzazione, Milano, Cortina, 2012.

Lezioni 17-18: P. Vereni “Questioni di gusto. Identità e preferenze estetiche nell’epoca dei mass media” e “Pinocchi, balordi e ballerini. Il mutamento dell’immagine degli albanesi nei mezzi di comunicazione italiani (1997-2006).

 

Modalità di valutazione

A)    Partecipazione attiva alle lezioni (valore 10% del voto finale; chi non potesse/volesse frequentare è esentato da questa valutazione);

B)    Primo esonero scritto in aula a metà modulo sul programma svolto (valore 33% del voto finale; 38% per i non frequentanti) NB: Possono partecipare all’esonero anche i non frequentanti;

C)    Secondo esonero scritto in aula a fine modulo sulla seconda parte del programma (valore 33% del voto finale; 38% per i non frequentanti) NB: Possono partecipare all’esonero anche i non frequentanti;

D)    EVENTUALE esame orale (solo nel caso il voto degli scritti non sia accettato; valore corrispondente alla parte di programma da valutare);

E)     "Tesina" di fine corso di 6000 battute minimo da comporre a casa su un tema da concordare con il docente (valore 24% del voto finale). Indicazioni su come comporre la tesina sono riportate nel file "Domande frequenti degli studenti" scaricabile nella sezione "Files";

F)     Esercizio di descrizione etnografica da comporre a casa durante le prime settimane di lezione. QUESTO ESERCIZIO NON SARÀ PIÙ PREVISTO DAL MAGGIO 2012 ed è considerato un “bonus” di prova per chi frequenta di cui terrò conto in sede di valutazione.

 

NB A partire dalla fine delle lezioni, gli esoneri scritti verranno sostituiti da esoneri orali da concordare. In pratica, sarà possibile sostenere gli esoneri scritti un'unica volta, nel periodo delle lezioni frontali. A partire dalla fine delle lezioni, chi non avesse fatto gli esoneri farà un “normale” esame orale, eventualmente frammentato in due o più esoneri da sostenere durante l’orario di ricevimento previa prenotazione via mail.

 

TUTTI (frequentati e non) sono comunque tenuti a presentare la relazione finale da svolgere a casa, secondo le modalità indicate nel corso delle lezioni e riassunte nel file "domande frequenti degli studenti" da scaricare nella sezione "files". NON si procederà alla verbalizzazione del voto finale se non sarà stato consegnato l'elaborato scritto qualche giorno prima della verbalizzazione.

 

Per la stesura degli elaborati è possibile utilizzare come fonte internet, citando debitamente la fonte per i punti interessati. Se dovessi scoprire che anche minime porzioni della tesina finale riportano dati da internet senza citare chiaramente la fonte, o se comunque dovessi rendermi conto che il testo non è il frutto di elaborazione personale, la tesina verrà annullata e il/la candidato/a dovrà presentarsi al mio ricevimento per concordare se e in che modo sarà ancora possibile per lui/lei superare l'esame di antropologia culturale.