english English
italiano Italiano
Visitatore Visitatore
Torna alla Home Homepage...

Programma Programma di Storia Della Filosofia Dell'illuminismo Lm:

STORIA DELLA FILOSOFIA DELL'ILLUMINISMO

LAUREA MAGISTRALE

Prof. Paolo Quintili

 

a.a. 2011-2012

 

MODULO UNICO -  6 CFU

Semestre I (Inizio : 4 ottobre 2011)

Programma:

 

Il problema dell’ateismo filosofico nel pensiero moderno, dai libertini a F. Nietzsche.

 

Il termine «ateo», fin dalla sua nascita, è un marchio d’infamia, una temibile ingiuria : la «parola dell’Altro» (O. Bloch). Fin dall’Antichità sono esistite figure di «atei» famosi, che non si autodefinivano tali (Democrito, Epicuro, Teodoro «l’Ateo» ecc.) e che negarono il disegno di una «divina provvidenza» nel quadro della formazione del mondo. Tuttavia, solo in Età Moderna, con la divisione del Cristianesimo sancita dalla Riforma, e con la conseguente «crisi della coscienza europea» (P. Hazard), s’afferma a poco a poco una figura «positiva» di ateo, l’«ateo virtuoso» (P. Bayle), l’ateo «filosofo», incarnato in modo eminente da B. Spinoza, di cui F. Nietzsche, nell’annunciare la «morte di Dio» (Gaia Scienza), ebbe a dire : «Ho un precursore! E che precursore! (…) non solo la tendenza generale della sua filosofia è identica alla mia: – fare dell’intelletto la passione più poderosa; ma mi ritrovo ancora in cinque punti capitali della sua dottrina…». Nella definitiva separazione della morale filosofica dalla religione, precursori, tanto di Spinoza quanto dello stesso Nietzsche, furono quei pensatori libertini che R. Pintard definì: « il rovescio del Secolo dei Santi», in un’età che presto non conoscerà più altra «santità» se non quella della morale civile dei Droits de l’Homme.

Testi:

 

–  AA.VV., Il pensiero libertino, Antologia a cura di O. Pompeo-Faracovi, Torino, Loescher, 1977 [Dispense elettroniche pdf, disponibili sulla bacheca internet della cattedra];

– F. NIETZSCHE, La gaia scienza, a cura di F. Masini, Milano, Adelphi, 1965 [vol. V, to. II delle Opere di F. N., a cura di G. Colli e M. Montinari – la medesima edizione è disponibile nella collana «Piccola Biblioteca Adelphi»];

– G. MINOIS, Storia dell’ateismo, Trad. it. di O. Trabucco e L. La Porta, Roma, Editori Riuniti, 2003, Introduzione (pp. 9-14) e Parte Terza: «Tra due crisi della coscienza europea» (pp. 183-286).

N.B.  A partire dal 1 ottobre 2011 sarà disponibile una «bacheca elettronica» in rete, sul sito di «Didattica web 1»: http://www.uniroma2.it/didattica/st_fil_ill/

dove lo studente troverà altri materiali, dispense, fotocopie in pdf ecc. utili allo svolgimento del corso.

GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI DEVONO PRESENTARSI DAL DOCENTE ALMENO UNA VOLTA PRIMA DI SOSTENERE L'ESAME.